slideshow06.jpg

01/2012 Consegna medicinali

consegna201201

Sono stati raccolti, tra settembre e dicembre 2011, medicinali e materiale tecnico-ospedaliero, così come richiestoci da alcune strutture burkinabè, per un valore stimato all’acquisto di circa 16.000 euro, donati poi durante la missione speciale in Burkina Faso di dicembre 2011/gennaio 2012:

  • Dispensario medico generale di Donsin
  • Centro medico S. Camillo di Koupela
  • Cren “M.Kolbe” di Sabou
  • Ospedale S. Camillo di Ouagadougou
  • Orfanotrofio di Sissin

Ringraziamo per le donazioni delle medicine, materiale raccolto e finanziamento di spesa di acquisto, sostenitori e finanziatori privati e la farmacia Vitale.

consegna201202

01/2012 Acqua potabile pozzo n°1

Riattivazione di un pozzo per l'acqua potabile a Koupela.

E’ stato ristrutturato/ricostruito (con materiale più moderno e resistente: acciaio inossidabile e pompa a mano India Mark II) il pozzo del quartiere Saint Albert alla periferia di Koupela, 150 km ad est di Ougadougou e distante 140 km dal confine il il Togo.
Il pozzo (che fra l’altro ha una forte riserva idrica e getta quasi 2 mc di acqua per ora) era bloccato-inservibile da 8 mesi e la mancanza di fondi per il ripristino (euro 2.800) stava creando molti disagi e problemi alla vita quotidiana ed alimentare di oltre un migliaio di persone che a tale pozzo si approvvigionavano; aveva inoltre innescato una notevole conflittualità tra la gente stessa del quartiere per i problemi sanitari che la mancanza di acqua potabile recava.

pozzo01

Il pozzo ha ora una gestione comunitaria con un responsabile alla manutenzione continua e sorveglianza; e’ stata altresì istituita una raccolta di fondi, 650 cfa a famiglia (1 €) ogni anno, tra le famiglie utilizzatrici, per fare fronte alle spese di ordinaria cura del manufatto.

pozzo02

pozzo03

Offerto da Elisabetta Caracciolo di Brienza

01/2012 Tre pannelli fotovoltaici

Un pannello da 100 watt con 5 punti luce installato nel villaggio di Sourgonbilà (ordine a 30 km. Ovest di Ougà).
Il pannello è stato sistemato sul tetto di un locale adibito a sartoria del quale alimenta due punti luce, inoltre và ad alimentare altri due punti luce a 20 mt. di distanza in due ambienti di educatori giovanili; infine và ad alimentare la quinta lampada sistemata in un altro ambiente/chiesa a 15 mt.

pannelli01

Un pannello fotovoltaico da 100 watt con 5 punti luce nel villaggio di Dousin (35 km a nord di Ougà).
Il pannello è stato sistemato sulla canonica del paese alimentando l’interno e l’esterno dell’ambiente (incontri di molti giovani per gruppi serali) ed inoltre và ad alimentare un’aula studio a 30 mt. con due lampade interne ed una esterna.

pannelli02

Un pannello da 100 watt con quattro punti luce installato nel villaggio di Tampuoin (nella brousse a 45 km a nord di Ougà).
Il pannello è stato sistemato su un grande ambiente che alimenta due stanze: una media adibita a ritrovo studio/lavoro, l’altra più grande ad incontri comunitari allargati per molti villaggi.

pannelli03

Pannelli donati da: BPER – Sintech Engineering srl – Fam. Ricci,S.Cesario

01/2012 Una farmacista in Burkina Faso

Il lavoro è iniziato un paio di mesi prima della partenza con la raccolta di farmaci e materiale medico che, un dispensario, un orfanotrofio ed un centro medico ci avevano richiesto. Prima di partire ho raccolto farmaci da amici, conoscenti e donatori anonimi e denaro con i quali, aggiungendoli al fondo di Solidaid, ne abbiamo comprati altri. Per portarli tutti ho eliminato le scatole e ho conservato solo i foglietti illustrativi.

Dispensario di Donsin (40 Km a nord della capitale nella brousse)

Il Dispensario è al servizio di una popolazione di 10.000 persone che vedono in esso il centro medico di “prima-accoglienza”. Ho ordinato il dispensario di Donsin sul modello di una vera farmacia occidentale, tutto in ordine alfabetico e di scadenza e con l’aiuto di Francesca, che ha tradotto in francese, ho lasciato indicazioni e posologia dei farmaci nuovi portati, oltre a istruzioni essenziali per tutti i medicinali: consegnarli in ordine di scadenza. E’ interessante la differenza nella distribuzione dei principi attivi: mentre da noi abbondano per esempio i farmaci per i disturbi cardiocircolatori, in Burkina ci’è una prevalenza di antibiotici. E’ come nei paesi occidentali prima dell’avvento degli antibatterici: le infezioni sembrano essere il problema principale. Al dispensario c’è una responsabile per la consegna dei farmaci ai pazienti, che arrivano da lei con una “prescrizione”.

farmacista01

Orfanotrofio di Sissin (periferia sud della capitale)

Ho sistemato in una giornata opportunamente dedicata, una piccola farmacia a disposizione degli ospiti fissi e giornalieri dell’orfanotrofio di Sissin (periferia povera a sud della capitale Ougadougou). Questo orfanotrofio, che accoglie ogni giorno circa 150 bambini da 6 a 15 anni (30 dei quali orfani totali, cioè di padre e di madre) e i restanti orfani o di padre o di madre che la sera rientrano presso la povera abitazione di un parente che vive nei dintorni. All’orfanotrofio, non essendoci una figura professionalmente preparata in farmacologia ma il responsabile, un sacerdote di fede protestante, conosce alcuni usi circa i medicinali. Là quindi mi sono limitata a consegnare farmaci per automedicazione, come paracetamolo (Tachipirina) e pomate all’idrocortisone per le punture d’insetto.

farmacista02

Centro Medico di S. Camillo di Koupela

Abbiamo consegnato medicinali e materiale medico (al personale altamente specializzato).

farmacista03

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information